Signore Nude – Jordan Rosenfeld

§ = link in inglese

 Ho trascorso la maggior parte della mia vita nel rifiuto del corpo di mia madre. Chiamatelo esibizionismo, il modo in cui ha sempre scoperto la sua pelle con una palese mancanza di disagio. Sono fin troppo intimamente familiare con i suoi contorni, perché sono sempre stati in evidenza; la sua pallide carne irlandese che si abbronza a un recessivo marrone spagnolo sulla spiaggia sotto una patine di olio solare; le cosce curvacee e il fondoschiona a fossette che fuoriescono dai lati di un bikini che copre a malapena; la traccia stranamente spessa di peli neri, come estesi peli pubici (su un corpo altrimenti per lo più senza peli) che strisciano dalla linea del bikini fino al ginocchio. Non pensava niente del gettare via i suoi vestiti in vista delle mie amiche. Non era raro per lei cambiare l’assorbente interno mentre io lavavo i denti, gettando la cosa insanguinata nel bidone della spazzatura, il suo odore simile al lievito che riempiva il piccolo spazio, mentre io indietreggiavo.

Continua a leggere

Annunci

La chiacchierata: una nuova educazione sessuale per i ragazzi

«E le tette? Una persona ha ancora le tette?» Uno dei ragazzi della classe di educazione sessuale WiseGuyz, alla scuola Georges P. Vanier nel nord-est di Calgary, sta cercando di capire i meccanismi dell’essere intersessuali (nat* con una combinazione di genitali e/o cromosomi maschili e femminili). Negli ultimi quindici minuti o giù di lì, la discussione si è concentrata sulla diversità e l’adattamento, e ora si è fatta strada verso le persone che si ritengono qualcos’altro che “maschio” o “femmina”. Ci potrebbero essere modi più delicati per fare domande sulla sulla fisiologia, ma questo è un gruppo di una dozzina di ragazzi di quattordici anni, un mare di scarpe da ginnastica e felpe e cellulari e battute. Le tette sarebbero venute fuori alla fine.

Continua a leggere