Sì, è possibile essere queer e musulmana

La gente pensa che l’Islam e l’essere queer siano contradditori, ma entrambi sono profondamente intrecciati nel tessuto di chi sono io

Antonio Guillem per Shutterstock/Salon

Sono eccitata per questo appuntamento, lo sono veramente.

È stato un po’ dal mio ultimo crepacuore, e la mia migliore amica ha personalmente assunto il compito di decidere per me che è il momento di andare avanti. Mi ha urlato verso di scaricare Tinder, mi acclamato mentre mettevo insieme un profilo. Mi ha incoraggiata a scorrere a destra un paio di volte, parlare con le donne con cui ero abbinata. C’è voluto un po’, ma sto iniziando a farmi coinvolgere. E ora sono eccitata per questo appuntamento.

Lei è salita in cima alle mie cotte su Tinder, questo appuntamento. Le battute – una componente essenziale di tutte le mie cotte – sono state elettriche, e lei è intelligente e divertente e splendida oltretutto.

Ci incontriamo per un gelato, e lei è un po’ in ritardo. Scruto le facce che passano alla ricerca di somiglianze con le foto che ha su Tinder, volendo individuarla prima che lo faccia lei. “Cercare il hijab,” le avevo detto, un po’ ansioso di rivelare cosa c’è sotto i cappelli e i caschi nelle mie proprie immagini. “Sono difficile da mancare.” La sua risposta disinvolta – né feticcizzante né sorpresa – mi mette a mio agio. Sono eccitata per questo appuntamento.

Tranne che.

Tranne che avvistiamo l’un l’altra allo stesso tempo, ci scambiamo uno sguardo timido e saluti veloci prima di ordinare, ci sediamo con i nostri gelati, e la sua seconda domanda per me è: “Allora. Dimmi, Lamya. Come fai ad essere queer e musulmana allo stesso tempo?”

Continua a leggere

Annunci

Verso una lotta – Alexandria Marzano-Lesnevich

§ = link in inglese

La mattina in cui il mio portone si chiude congelato, decido di trasferirmi dal Massachussetts a New Orleans. Tre anni sono passati dll’uragano Katrina, due da quando sono a disagio ho fatto coming out come gay, quando mi sveglio una mattina di febbraio per scoprire che il tubo di scarico sul tetto si è storto durante la notte, rilasciando la sua acqua non innocuamente lungo il lato della casa, ma attraverso la mia porta di casa, chiudendola sotto uno spesso lenzuolo bianco di ghiaccio. Dalla finestra vedo che è senza speranza, ma ci provo comunque. Un phon, un coltello, il mio corpo gettato contro di essa. Nulla. Mentre il mio cane piange ai miei piedi per uscire, e mentre aspetto che arrivi l’uomo della manutenzione  con uno scalpello, decido: mi trasferirò.

Continua a leggere

Solo io ed Allah – Musulmani queer

Fonte:  queermuslimproject.tumblr.com – Samra Habib

La cosa più gratificante di questo progetto fotografico è ricevere email da musulmani LGBTQ provenienti da tutto il mondo che stanno scoprendo le mostre attraverso questo Tumblr. Sta davvero, davvero ripristinando la mia fede nei social media. Sto cercando di non diventare troppo emotiva su questo, ma è difficile non farlo.

L’idea di fare una mostra fotografica con musulmani queer mi venne un paio di anni fa. Volevo mostrare a tutti i creativi e brillanti musulmani LGBTQ con cui mi identificavo di più e andavo alle con alle mostre d’arte, feste da ballo queer e preghiere Jumu’ah. Così ho preso la mia macchina fotografica e ho deciso di fotografare quello che a cui stavo assistendo. Nelle parole del geniale Dalì (che ho fotografat per questo progetto) , «siamo sempre stati qui, è solo che il mondo non era pronto per noi ancora». Spero che amiate le fotografie, quanto ho amato scattarle.

xo

Samra

Continua a leggere

Perché il matrimonio gay potrebbe non essere contrario all’Islam

grassetto= link in italiano

Possono i musulmani accettare i matrimoni omosessuali?
Questa è stata una questione spinosa sin da quando le prime giurisdizioni iniziarono a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Ha assunto una nuova urgenza a seguito della decisione presa dalla Corte Suprema degli Stati Uniti riguardo al Defense of Marriage Act lo scorso giugno. Ora, il ferro è caldo mentre tribunali statali continuano ad abolire i divieti di matrimonio tra persone dello stesso sesso.  Continua a leggere

La chiacchierata: una nuova educazione sessuale per i ragazzi

«E le tette? Una persona ha ancora le tette?» Uno dei ragazzi della classe di educazione sessuale WiseGuyz, alla scuola Georges P. Vanier nel nord-est di Calgary, sta cercando di capire i meccanismi dell’essere intersessuali (nat* con una combinazione di genitali e/o cromosomi maschili e femminili). Negli ultimi quindici minuti o giù di lì, la discussione si è concentrata sulla diversità e l’adattamento, e ora si è fatta strada verso le persone che si ritengono qualcos’altro che “maschio” o “femmina”. Ci potrebbero essere modi più delicati per fare domande sulla sulla fisiologia, ma questo è un gruppo di una dozzina di ragazzi di quattordici anni, un mare di scarpe da ginnastica e felpe e cellulari e battute. Le tette sarebbero venute fuori alla fine.

Continua a leggere

Non sono omofob*, ma

In onore della giornata mondiale contro l’omofobia (etc…), vi presento il meglio* dei tweet della schiera di coloro che non sono omofobi e non hanno assolutamente nientre contro i gay MA

Per la cronaca, stando a twitter le uniche persone omosessuali sarebbero gli uomini

Quindi tutte le donne dovrebbero essere lesbiche? Ma allora gli uomini etero?

Ah, la famosa eterofobia

 

Visto che cercare “non sono bifobic*” ed altro non da’ alcun risultato, riporto i tweet bifobici con “bisessuali”, “lesbica/e” e trans*

e allora nemmeno etero

 

 

 

 

 

 

 

 

*più recente

Ellen Page: «Sarò sempre felice di parlare dell’essere gay»

L’attrice canadese è diventata un vero supereroe quando ha fatto coming out all’inizio di quest’anno. Stéphanie Verge conduce la prima intervista in profondità post-rivelazione e trova la stella di X-Men in ottima forma

Fonte: Flare’s June 2014 cover star is… Ellen Page! | Stéphanie Verge – Flare (29 aprile 2014)

Continua a leggere