Suffragette che facevano schifo: La supremazia bianca e i diritti delle donne

Suffragetta: Susan B. Anthony, 1820-1906 (riformatrice sociale, membra della Società Anti-schiavitù, presidente dell’Associazione Nazionale Americana per il Suffragio delle Donne).
Evviva
«Penso che la ragazza che è in grado di guadagnarsi da vivere e pagarsi la strada dovrebbe essere felice come nessuno sulla terra. Il senso di indipendenza e sicurezza è molto dolce.»
Aspetta, cosa«Mr. Douglass parla dei torti del Negro; ma con tutti gli oltraggi che oggi soffre, non scambierebbe il suo sesso e prenderebbe il posto di Elizabeth Cady Stanton.»

Suffragetta: Anna Howard Shaw, 1847-1919 (medico, pastore metodista, presidente dell’Associazione Nazionale per il Suffragio delle Donne, ispirazione per un episodio di 30 Rock)
Evviva
«Intorno a me vedevo donne oberate di lavoro e sottopagate, fare il lavoro degli uomini a salari la metà degli uomini, non perché il loro lavoro fosse inferiore, ma perché erano donne.»
Aspetta, cosa«Mai prima nella storia del mondo hanno gli uomini reso gli ex-schiavi i padroni politici delle loro ex-padrone!»

Suffragetta: Belle Kearney, 1863-1939 (oratrice, scrittrice, senatrice dello stato del Mississippi)
Evviva
«Eguale retribuzione per eguale lavoro.»
Aspetta, cosa«L’emancipazione delle donne assicurerebbe immediata e durevole supremazia bianca, onestamente raggiunta, in quanto con autorità indiscussa si afferma che in ogni Stato del sud tranne uno, ci sono più donne istruite che tutti gli elettori analfabeti, bianchi e neri, nativi e stranieri, combinati. Come probabilmente sapete, di tutte le donne del Sud che sanno leggere e scrivere, dieci su ogni undici sono di bianche. Quando si tratta della proporzione di proprietà tra le razze, quella dei bianchi supera immensamente quella dei neri.»

Suffragetta: Elizabeth Cady Stanton, 1815-1902 (attivista sociale, abolizionista, autrice)
Evviva
«La migliore protezione ogni donna può avere è il coraggio.»
Aspetta, cosa«Che cosa soffriremo noi e le nostre figlie se questi degradati uomini neri sono autorizzati ad avere i diritti che li renderebbe ancora peggio nostri padri sassoni?»

Suffragetta: Laura Clay, 1849-1940. Fondatrice del primo gruppo per il suffragio del Kentucky.
Evviva
«L’intolleranza religiosa proprio ora è in circolazione sulla terra. Si tratta di una cattiva passione del cuore che è dura a morire … Questa campagna è un invito ad ogni vero americano di qualunque partito per sostenere saldamente il principio della libertà religiosa.»
Aspetta, cosa«Gli uomini bianchi, rinforzati dalle donne bianche istruite, potrebbero ‘metter al tappeto’ il voto Negro in ogni Stato, e la razza bianca manterrebbe la sua supremazia, senza corrompere o intimidire i Negri.»

Suffragetta: Frances Willard, 1839-1898. Professoressa femminista, fondatrice del Consiglio Nazionale delle Donne, attivista contro l’abuso di minori.
Evviva
«La politica è il posto per la donna.»
Aspetta, cosa«Stranieri analfabeti governano oggi le nostre città; il saloon è il loro palazzo, e il mestolo da punch il loro scettro. La razza di colore si moltiplica come le cavallette d’Egitto.»

Suffragetta: Carrie Chapman Catt, 1859-1947. Fondatrice della Lega delle Elettrici.
Evviva
«“C’è una cosa più forte di re ed eserciti” – si, più di Congressi e partiti politici” la forza di un’idea quando è arrivato il suo tempo di muoversi. “ Il momento per il suffragio per le donne è arrivato. L’ora della donna è scoccata. Se i partiti preferiscono rimandare l’azione più lungo e quindi fare battaglia con questa idea, sfidano l’inevitabile. L’idea non perirà; il partito che l’oppone potrebbe. Ogni ritardo, ogni trucco, ogni disonestà politica d’ora in poi si inimicherà le donne della terra sempre di più, e quando il partito o i partiti che hanno così ritardato il suffragio femminile, lo lasceranno infine venire, la loro sincerità sarà messa in dubbio e il loro appello ai nuovi elettori sarà accolto con sospetto»
Aspetta, cosa«La supremazia bianca sarà rafforzata, non indebolita, dal suffragio per le donne.»

Suffragetta: Rebecca Ann Latimer Felton, 1835-1930. Prima donna a servire al Senato.
Evviva
«Una senatrice degli Stati Uniti, una donna, è ancora una sorta di scherzo politico con i nostri capi maschili nella politica del partito… Ma il sentiero è stato tracciato! La strada è apparentemente ruvida, forse rocciosa, ma il sentiero è stato localizzato. È un dato di fatto. Mentre è anche un’avventura romantica, rimarrà per sempre un precedente storico, da non essere mai cancellato.»
Aspetta, cosa«Non voglio vedere un uomo negro camminare alle urne e votare per chi debba gestire i miei soldi delle tasse, mentre io non posso proprio votare… Quando non c’è abbastanza religione nel pulpito per organizzare una crociata contro il peccato; né la giustizia nel tribunale per punire prontamente il crimine; né abbastanza virilità nella nazione per mettere un braccio riparatore per l’innocenza e la virtù; se c’è bisogno di linciaggio per proteggere il bene più caro della donna da fameliche bestie umane, allora dico linciate, un migliaio di volte a settimana, se necessario »

Fonte: Suffragettes Who Sucked: White Supremacy and Women’s RightsMallory Ortberg | The Toast, 21 aprile 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...